Acerbo (Prc-Se): Draghi faccia come Biden, aziende paghino salario minimo di almeno 10 euro

  • Inviato il: 30/05/2021
  • Da: redazione

Mentre in Italia Draghi inonda, con la logica di sempre, le imprese di un’enorme quantità di risorse pubbliche dagli USA arriva una sfida a questa logica.
Il Jobs Plan di Biden prevede una ricostruzione dal basso dell’economia con priorità al welfare, l’innalzamento del salario minimo in tutto il settore pubblico e soprattutto l’obbligo per le imprese che concorrono per appalti pubblici di innalzare il salario minimo a 15 dollari l’ora.
Invitiamo il governo italiano a smetterla con l’assistenzialismo verso le grandi imprese che poi subappaltano a spese dei lavoratori.
Si imponga anche in Italia che per ottenere appalti pubblici bisogna pagare il salario minimo di 10 euro l’ora e si estenda il reddito di cittadinanza a tutti quelle/i che ne hanno bisogno.
“L’American Jobs Plan darà a milioni di americani posti di lavoro sindacalizzati ben retribuiti che ripareranno le fatiscenti infrastrutture del nostro paese. È un progetto da colletto blu per ricostruire l’America”, scrive Biden. Il contrario di quello che stanno facendo Draghi e i partiti che lo sostengono.
Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista