Rifondazione: Ennesima aggressione lesbofoba – si approvi subito il DDL Zan!

  • Inviato il: 27/05/2021
  • Da: redazione

Il 20 maggio Silvana, la compagna di vita di Marzia, una nostra iscritta della Federazione di Livorno, è stata aggredita da un vicino di casa a Vallefiorita, in provincia di Catanzaro.
L’aggressione verbale al grido di “Puttana, troia! Che te la fai con tutti” e “Lesbica, schifosa puttana! Ti dovrebbero ammazzare!” si è presto trasformata in un’aggressione fisica: una testata sul volto le ha provocato la rottura del naso e un trauma cranico.
Denunciamo con forza questo episodio, frutto dell’odio omolesbobitransfobico che ancora attraversa la nostra società e che come tale va riconosciuto, unito all’odio contro la libertà delle donne. Denunciamo anche che le testate locali, invece, hanno minimizzato l’episodio, alludendo a un non meglio precisato movente diverso.
Silvana è stata colpita in quanto lesbica: noi lo sappiamo, noi le crediamo. Se fosse in vigore una legge contro l’omolesbobitransfobia, Silvana potrebbe essere tutelata e potrebbe ottenere giustizia per quello che ha subito. Purtroppo, invece, il DDL Zan è ancora arenato al Senato per colpa da un lato delle forza politiche reazionarie, dall’altro di chi pensa che i diritti siano negoziabili o sacrificabili nel nome delle larghe intese.
Auguriamo a Silvana, alla quale il nostro partito calabrese sta fornendo una rete di supporto, una pronta guarigione. A Silvana e Marzia, come a tutte le persone LGBTQI, diamo il nostro sostegno politico per la loro libertà e autodeterminazione.
Maurizio Acerbo – Segretario Nazionale PRC
Silvia Conca – Responsabile nazionale Politiche LGBTQI e Intersezionalità PRC