News da Rifondazione.it

Lettera aperta a un mio caro amico, e compagno, che pensa di votare PD

di Raul Mordenti -
Caro (cara) come sai esiste per ciascuno di noi un fatto, magari minore, che funziona però come la fatidica goccia che fa traboccare il vaso, cioè che rende impossibile fare finta di niente, che rende impossibile non fare niente. E siccome ci hanno tagliato la lingua (cioè l’accesso ai mass media e a qualsivoglia giornale) posso solo scriverti personalmente, caro amico, così mi distraggo un po’.

Dalla Linke a Unidas podemos, il sostegno internazionale alla lista La Sinistra

Sono decine gli esponenti politici dei partiti di sinistra, i giornalisti e gli attivisti che da tutta Europa hanno firmato l’appello per il voto alla lista La sinistra alle europee del 26 maggio.
Dal leader della Linke Gregor Gysi ad Alberto Garzon di Izquierda unida e Unidas Podemos, fino a Syriza in Grecia, dall’Ungheria alla Spagna, il loro appoggio alla Sinistra «perchè sono molte le battaglie che abbiamo condiviso in questi anni e molte le proposte che ci trovano d’accordo».

Festa di chiusura della campagna elettorale della Sinistra domani a Milano

COMUNICATO STAMPA
EUROPEE – LA SINISTRA, DOMANI, 23 MAGGIO A MILANO, CHIUSURA CAMPAGNA ELETTORALE CON ACERBO, CASTELLINA, CIRANT, FERRERO, FRATOIANNI, LAFORGIA
Si terrà domani, giovedì 23 maggio, dalle 18.30, a Milano, in Darsena, piazza XXIV Maggio, la festa di chiusura della campagna elettorale della lista La Sinistra.
Parteciperanno Maurizio Acerbo, Luciana Castellina, Eleonora Cirant, Paolo Ferrero, Nicola Fratoianni, Francesco Laforgia, Argiris Panagopoulos e molte altre candidate e candidati. Apre la manifestazione Francesca Fornario.

Pensioni – Fantozzi (La Sinistra): «Solo noi ci battiamo per smettere di usare la previdenza come un bancomat».

«Il taglio della rivalutazione delle pensioni superiori a tre volte la minima è tutto sbagliato – dichiara Roberta Fantozzi, candidata de La Sinistra nel collegio Centro – , perché pensioni di 1522 euro lorde non sono certo pensioni d’oro e perché i tagli colpiranno nuovamente le pensioni medie.
Certo andrebbe ricordato a chi come Zingaretti e Mulè oggi gridano allo scandalo che il blocco più pesante delle rivalutazioni è stato quello della controriforma Fornero, approvata dal governo Monti con il sostegno dal Pd al Pdl a Fratelli d’Italia.

Cesare Salvi sostiene Roberta Fantozzi ed Eleonora Forenza: “Due candidate che conosco bene e stimo”

Nelle prossime elezione europee è importante non solo la scelta della lista,
ma anche quella della persona.
Vorrei quindi segnalare due candidate della lista Sinistra europea, che conosco
bene e stimo.
Roberta Fantozzi da anni si occupa con tenacia e impegno sul temi del welfare
e del lavoro, dei quali è profonda conoscitrice.
Eleonora Forenza ha interpretato al meglio il ruolo di europarlamentare,
com’è mostrato dal fatto che è stata candidata dal Gue-Ngl alla presidenza del

Adesso lo sprint!

Care compagne e compagni che avete deciso di votare la lista della Sinistra, la campagna elettorale sta entrando nella fase decisiva. Tutto è aperto per quanto riguarda il risultato perché la maggioranza delle persone non ha ancora deciso se e cosa votare.

Perché il 26 maggio votiamo la Sinistra

Di solito nelle elezioni europee il voto è considerato poco, perché il Parlamento di Bruxelles non vota la fiducia a un governo. Ma, a parte il fatto che questo ci libera dall’ossessione del “voto utile”, e dovrebbe essere considerato un vantaggio, la scadenza elettorale del 26 maggio è diversa, perché deciderà se affossare o rilanciare il progetto dell’unità europea, quale l’avevano sognato gli antifascisti al confino a Ventotene fin dal lontano 1941.

15 maggio 2019: Viva l’educazione!

Il 15 maggio tutto il Brasile ha vissuto un’ intensa giornata di mobilitazione in difesa dell’educazione pubblica brutalmente attaccata del governo Bolsonaro e dal ministro dell’Educazione Abraham Weintraub. Come si può leggere negli articolo riportati, la partecipazione è stata ampia, tutte le principali città del paese si sono mobilitate, settori sociali diversi e posizioni politiche differenziate si sono uniti attorno al comune e condiviso obiettivo di difendere il sistema pubblico di istruzione, garantendone la qualità.

L’ennesima bufala per fregarvi col “voto utile”

di Marco Grispigni*
Un ‘classico’ in campagna elettorale, specie quando il proprio ‘prodotto’ è poco appetibile, è l’accorato invito al ‘voto utile’.
Per queste elezioni europee, il voto utile è il ritornello all’union sacrée per fermare l’avanzata delle destre razziste e fasciste. L’appello è di quelli che possono aver successo perché il terrore dell’avanzata delle destre radicali è reale e nel nostro paese l’operato del governo giallo-verde è una realtà quotidiana.

Pagine