News da Rifondazione.it

Impegno, lavoro e sacrificio

di Loredana Fraleone* -
Il ministro Bussetti sente, come molti razzisti oggi, di avere le spalle ben coperte e pensa di poter insultare impunemente i lavoratori della scuola del Sud. Ciononostante il suo partito riesce a raccogliere consensi anche nelle regioni meridionali, dove per disperazione e forse anche per distrazione, a suscitare la quale Salvini è un maestro, una parte degli abitanti si affida all’uomo forte, all’antica idea di una salvezza che può venire solo dall’alto.

Hate speech, solidarietà alla nostra compagna Amalia Chiovaro

HATE SPEECH – PRC: “SOLIDARIETà A AMALIA CHIOVARO”

Maurizio Acerbo, segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiara:

“Massima solidarietà alla nostra compagna Amalia Chiovaro, consigliera comunale di Vinci.
Un oscuro personaggio su facebook ha postato la foto di Amalia con questa frase: “una cagna dell’ANPI che nega le foibe. La andiamo a prendere e la stupriamo?”

Brasile – La sfinge di un nuovo ciclo politico da decifrare

di Walter Sorrentino, (Vice-Presidente e responsabile relazioni internazionali del PCdoB)
Pubblichiamo un’amplia analisi del compagno Walter Sorrentino, Vice-Presidente e responsabile esteri del Partido Comunista do Brasil, scritto espressamente per Rifondazione Comunista.
L’analisi riguarda alcune ragioni della vittoria di Bolsonaro, le contraddizioni in seno al governo, la situazione attuale del Brasile, e le prospettive di resistenza. Buona lettura. M.C.

Brasile – La sfinge di un nuovo ciclo politico da decifrare

Riforma delle procedure di “risanamento” finanziario degli Enti Locali: la montagna, nella migliore delle ipotesi, partorirà un nuovo topolino.

Rosario Marra*
Premessa: cenni sullo stato dell’arte.
Nella legge di conversione del “decreto mille-proroghe”, si annuncia, con la pomposità tipica di questo Governo, una “complessiva riforma delle procedure di risanamento finanziario degli Enti Locali”;
successivamente, quest’obiettivo ricompare nella nota di aggiornamento al DEF 2018 dove tra i 12 disegni di legge collegati alla manovra di bilancio 2019-21 se ne indica uno “recante misure per il dissesto e il riequilibrio degli EE.LL.”.

Regionalizzare differenziando avvelena anche te

La “regionalizzazione differenziata” è un processo che sta assumendo sempre più chiaramente i suoi terribili contorni di attacco alla pari esigibilità dei diritti sociali tra tutte/i le/i cittadine/i ed al funzionamento dei servizi pubblici nel nostro Paese.
Non può che preoccupare questa vera e propria “secessione dei ricchi”, avviato dalle richieste del Veneto e della Lombardia, a cui si è accodata l’Emilia Romagna (solo queste tre regioni rappresentano il 40% del PIL nazionale!) ed a cui stanno tenendo dietro numerose altre Regioni.

Autonomia regionale differenziata? Egoismo delle regioni obese di potere politico!

Lo spirito ( e la organizzazione dei servizi sanitari derivati)  della legge 833/1978, una delle conquiste più avanzate della lotta dei lavoratori della seconda metà del secolo scorso, è stato disarticolato e oggi si riscontra la domanda di autonomia di Regioni a capacità economiche differenti chiedono una maggiore capacità di governo locale che significa mantenere il massimo possibile della contribuzione fiscale nel proprio territorio.  In pratica si porta a compimento il disegno, già prefigurato da quello precedente che pochi giorni prima delle elezioni del 4 marzo 2018, ha sottoscritto u

La recessione e il “partito” di Repubblica

di Roberta Fantozzi -
Credo che si debba fare la massima opposizione a questo governo, ma la critica di chi la fa, attribuendo il rischio di recessione prioritariamente alle politiche del governo, è sballata ed alla fine svolge il solo ruolo di dire che “prima” andava tutto bene.
Come l’articolo sulla Home di Repubblica ieri, e Repubblica non è un giornale, è un partito, dai confini fluidi, ma un partito.

Toscana e Liguria: le larghe intese sul “prima i nostri” sfrattano il bisogno casa

di Monica Sgherri* -
Il 9 gennaio, in un clima generale ancora sostanzialmente disattento anche per la fatica di riprendere i ritmi del dopo festività, è stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale Regione Toscana la nuova legge regionale che regolamenta l’Edilizia Residenziale Pubblica.

Toscana e Liguria: le larghe intese sul “prima inostri” sfrattano il bisogno casa.

Monica Sgherri*
Il 9 gennaio, in un clima generale ancora sostanzialmente disattento anche per la fatica di riprendere i ritmi del dopo festività, è stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale Regione Toscana la nuova legge regionale che regolamenta l’Edilizia Residenziale Pubblica.

Pagine