News da Rifondazione.it

Nota aggiornata su “Reddito di cittadinanza” e Quota 100

 NOTA AGGIORNATA SU “REDDITO DI CITTADINANZA” E QUOTA 100 
(DECRETO LEGGE 28 GENNAIO 2019, N.4)
 
Il 28 gennaio è stato finalmente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge che disciplina il cosiddetto “reddito di cittadinanza” e Quota 100.   Il testo è dunque quello effettivamente definitivo, diverso in alcune parti anche rispetto alla versione approvata dal Consiglio dei Ministri (per come era stata pubblicata dalla stampa).

Il Prc-SE condanna l’atto vandalico alla tomba di Karl Marx

Il PRC-SE condanna fermamente e senza appello l’atto vandalico compiuto ieri da ignoti contro la tomba di Karl Marx a Londra. Riteniamo il fatto gravissimo non solo per l’atto in se ma anche nel contesto in cui è stato effettuato, un periodo in cui nazionalismi, populismi e pensiero reazionario stanno diventando sempre più aggressivi e violenti.
Non ci faremo intimidire da queste provocazioni ma continueremo a lottare per il progresso, per la giustizia sociale e la solidarietà tra i popoli come insegnatoci dal filosofo di Treviri, il cui pensiero ancora oggi fa paura.

Filippine: ennesimo omicidio contro la pace

Il 30 gennaio alle 2 del mattino il compagno Randy Felix P.Malayo del Fronte Nazionale Democratico delle Filippine (NDFP) è stato ucciso da un sicario del regime di Duterte salito, durante una sosta,  sul bus su cui viaggiava. Il sicario lo ha sorpreso nel sonno e gli ha sparato.
Malayo é stato attivista del movimento studentesco, poi giornalista e militante politico. Era stato sequestrato e torturato sotto il regime di Gloria M. Arroyo, passando più di quattro anni in carcere prima di essere assolto da tutte le accuse e liberato.

Lavoro – Rifondazione Comunista il 9 in piazza con i sindacati

«Il Partito della Rifondazione Comunista/SE partecipa alla manifestazione del 9 febbraio indetta da CGIL, CISL, UIL per contestare la manovra del governo – dichiara Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea – , con una piattaforma che mette al centro i temi del lavoro e dei diritti universali.

Sciopero generale in Francia: gilet gialli con le bandiere rosse della CGT

Secondo Le Monde 300.000 persone avrebbero partecipato alle manifestazioni per lo sciopero generale di 24 ore in Francia indetto da CGT, Solidaire. FSU. Uno sciopero sociale che ha visto la saldatura tra parte del movimento dei gilet gialli e il sindacato comunista. Secondo il segretario generale della CGT Philippe Martinez in più di 30 dipartimenti le mobilitazioni sono state comuni. 

“Questa Lega è una vergogna” cronaca di una domenica bestiale

Partinico 05 febbraio 2019 – Alla neonata Lega Nord di Partinico (non è una battuta, esiste davvero!) non contenta di distribuire spray al peperoncino per condire ottime ed esotiche pietanze,  non è parso vero di diffondere, con la relativa grancassa mediatica di cui dispongono, la notizia di una feroce aggressione da parte di un pericoloso “tunisino” che minacciava un esponente del loro indomito drappello di “tagliargli la testa e di aprirlo tutto  (per trovarci cosa poi!)”.

Appello dei docenti universitari a favore di Francesco Caruso

All’indomani della cattura di Cesare Battisti e della vergognosa gogna mediatica cui è stato sottoposto nel trasferimento al carcere di Oristano, alcune dichiarazione (personali) di Francesco Caruso diventavano oggetto di una nuova caccia alle streghe (o, meglio, ai supposti tali “cattivi maestri”) sino a chiedere il suo licenziamento dall’Università di Catanzaro. Tale intimidazione si inquadra in un clima che mina sempre più la libertà di parola e di ricerca.

Breve storia di Edo, un compagno

Sandro, Andrea e Mariapia Parodi.
La vita di Edo è quella di tanti ragazzi, passione per il calcio, per la politica, vive in una famiglia normale un fratello più grande, va a lavorare dopo la licenza liceale e così via. Un’unica eccezione che la sua vita è troppo breve, morirà a 22 anni a Riva San vitale (Lugano) il 2/2/2002, dopo aver preso parte alla manifestazione di Davos, in Svizzera, contro il WEF.
Volle andare perché si sentiva in colpa di non aver preso parte al G8 di Genova dove era stato ucciso il suo amico Carlo Giuliani.

Il padrone è padrone

di Maria R.Calderoni
Padrone. Quello. Una parola nota, antica, si perde nella notte dei tempi. Una parola di tante parole, decantata e famigerata, fregiata più spesso dall’aggettivo “cattivo” che da quello di “buono” (almeno così si narra…). Una parola storica. Già nota all’epoca degli antichi  greci, che avevano i δεσπότης, i possidenti; e all’epoca degli antichi romani, che avevano i patroni, appunto, anche proprietari di schiavi.

Pagine