News da Rifondazione.it

NO alla secessione dei ricchi

La retorica che circonda la” secessione dei ricchi” è inaccettabile e pericolosa.
Finora il tema è stato tenuto sottotraccia, evitando una necessaria discussione politica diffusa, una consultazione di massa, una decisionalità di popolo, l’espressione di una “sovranità popolare” prevista dall’art. 1 della Costituzione.

Le modifiche del voto estero del PD e le nostre proposte.

Con gran clamore qualche settimana fa é stata presentata la proposta di legge del Partito Democratico (PD) per modificare la legge n.459 del 27 Dicembre 2001, che istituì’ le circoscrizioni elettorali estere e il voto degli emigrati italiani.
Analizzando la proposta depositata, possiamo affermare che tanto rumore mediatico, corrispondono giusto un paio di modifiche di buon senso e tanti dubbi, se non inutili e dannose modifiche.
Ma prima ragionare sulla proposta del PD, facciamo un sunto della proposta in merito di Rifondazione Comunista:

Valsusa – Locatelli (Prc-Se): In valle per dire due no: no al decreto (in)sicurezza, no alla repressione della lotta NoTav

Non solo NoTav. Sabato 26 gennaio ad Avigliana, ritrovo ore 14 piazza De Andrè, la Valsusa scende in campo contro il decreto (in)sicurezza approvato di recente dal governo Lega-M5S. “Un decreto eversivo -  stando alle parole di Ezio Locatelli, segretario provinciale Prc-Se di Torino – trasformato in legge che introduce un sistema di cittadinanza duale inammissibile, che oltre a riservare un trattamento disumano e degradante nei confronti di determinate persone – i migranti, le persone più povere -  criminalizza il conflitto sociale.

Che c’azzecca lo SPI-CGIL di Treviso con i fascisti ed i piani golpisti degli Stati Uniti?

Pensavamo di averne viste abbastanza, ma al peggio non c’è mai fine. All’appello mancava che una struttura provinciale dello SPI-CGIL aderisse a una manifestazione a favore di un fascista e golpista venezuelano. Sono tempi confusi, ma non esageriamo. Pensavamo che il sindacato dei pensionati dovesse agire perchè i lavoratori vadano in pensione a 60 anni e per l’aumento delle pensioni. Ma pare che le priorità siano altre. Forse lo SPI-CGIL di Treviso non sa chi è Juan Guaidò ed il suo partito, Voluntad Popular, la parte più oltranzista dell’opposizione.

Bieca propaganda anti Chavez: In Regione Toscana Pd e Fratelli d’Italia appassionatamente insieme.

Venerdì scorso il Presidente del Consiglio Regionale della Toscana, con il patrocinio della Regione stessa, ha organizzato la proiezione di un documentario che già dal titolo affronta la complessa questione venezuelana nell’epoca Chavez con l’approccio dell’estrema destra e del presidente americano Trump: “Chavismo: la peste del XXI secolo”. Sono intervenuti dopo la proiezioni vari esponenti politici: il presidente del Consiglio Regionale Giani (PD), l’europarlamentare Danti (PD), il deputato Donzelli (FDI) e il consigliere regionale Marcheschi (FDI).

Ordine del giorno sulla esecuzione della sentenza Thyssen group. Prima i latitanti !

Le parabole propagandistiche del Governo Conte-Salvini-Di Maio non conoscono pace, si orientano e disorientano l’opinione pubblica rinovando l’agenda politica del Governo di scoop elettorali, di presunto iperattivismo istituzionale.

Pagine