News da Rifondazione.it

In memoria del compagno Sandro Canestrini

Il Partito della Rifondazione comunista/Sinistra europea esprime il cordoglio collettivo del suo gruppo dirigente per la perdita dell’avv. Sandro Canestrini.
Canestrini è stato, oltre che un raffinato cultore del diritto penale, una toga a servizio del diritto e dei diritti di coloro che ne sono stati esclusi o privati. Lo ricordiamo come partigiano, prima, poi come difensore di parte civile in processi a difesa della comunità distrutta dall’ecatombe del Vajont, delle vittime del nazismo e della mafia a difesa dei lavoratori lesi della nocività industriale.

Catania 11 marzo cronaca di una “giornata particolare”: il corteo dei lavoratori Sirti contro i licenziamenti

Domenico Stimolo*
Da molto tempo non si vedeva a Catania una manifestazione sindacale, interregionale, caratterizzata da dura fermezza, sofferenza e risoluta volontà a resistere.

A Caserta come a Riace, Salvini colpisce ancora. Solidarietà all’Ex-Canapificio

 «Sono stati apposti questa mattina i sigilli ai locali del centro sociale Ex Canapificio di Caserta, uno dei più importanti avamposti di democrazia e accoglienza, non solo per migranti. Il centro sociale – dichiarano Stefano Galieni e Maurizio Acerbo, Rifondazione Comunista – Sinistra Europea – da tanti anni opera con il Movimento Migranti e Rifugiati di Caserta, per sottrarre le persone allo sfruttamento dei caporali, contro la criminalità organizzata, per garantire lavoro e giustizia sociale in un territorio martoriato.

Infografiche – Global strike per il clima, sciopero mondiale il 15 marzo

Car@ compagn@,
da quando una giovane studentessa svedese, Greta Thunberg, ogni venerdì sciopera dalla scuola e si reca sotto il Parlamento del suo Paese, per protestare contro il cambiamento climatico, decine di migliaia di studenti hanno iniziato a seguirla in tutto il mondo.
Cittadini ed associazioni si sono uniti alla singolare forma di protesta che, il 15 marzo prossimo, diventerà uno sciopero globale.

Locatelli (Prc-Se): da oggi l’imbroglio del Tav in differita. Il 23 marzo a Roma contro le grandi opere inutili

“Eh già, il Tav deve, il più possibile, rimanere fuori dallo scontro di maggioranza per i prossimi mesi, tenendo al riparo la campagna per le elezioni europee. Avanti dunque con il teatrino di chi, a livello di forze di governo, dice tutto e il contrario di tutto. La realtà è che il M5S dopo aver calato le brache su tutta una serie di questioni (Tap, Terzo Valico, decreto sicurezza, liberalizzazione delle armi, ecc.) ha dato il suo avallo alla realizzazione del Tav” sostiene Ezio Locatelli, della segreteria nazionale nonché segretario provinciale Prc di Torino .

Solidarietà ad Al bano, messo nella black list dall’Ucraina

«Dopo aver messo fuorilegge il partito comunista, i suoi simboli e persino i suoi canti, ora i golpisti ucraini se la prendono con un cantante, Al Bano – dichiarano Eleonora Forenza e Maurizio Acerbo, Rifondazione Comunista – .  Ricordiamo che il governo ucraino di Poroshenko, sostenuto da NATO e UE (e ovviamente dal Pd), ha chiesto persino l’estradizione della nostra europarlamentare Eleonora Forenza “rea” di un viaggio nelle repubbliche del Donbass con la Carovana Antifascista per portare aiuti umanitari alla popolazione civile straziata dalla guerra.

Dal PDS al PD, la «cosa» in trent’anni di storia ha perso l’anima sociale

di Paolo Favilli
«Quanto più la disperazione e il dolore gravano sul torbido presente, tanto più si fa intensa (…) bramosia di una vita più bella». Così uno dei grandi storici del Novecento nel suo capolavoro, L’autunno del medioevo, spiega la tensione verso le caligini di un sogno che offuschino, per lo meno un po’, i «toni crudi della vita». Una vita che, a sinistra, ha davvero i «toni crudi» di un rigido inverno, per usare ancora l’espressione di Huizinga. E così noi continuiamo a parlare di un’apparenza come se fosse realtà, atterriti di vivere in un paese senza sinistra.

Pagine