News

Nota della Segreteria Confederale CGIL sulla Risoluzione del Parlamento Europeo del 19 settembre 2019

  • Inviato il: 16/10/2019
  • Da: redazione

La Cgil ritiene inaccettabile il contenuto della recente Risoluzione del Parlamento Europeo del 19/09/2019 intitolata “Importanza della memoria per il futuro dell’Europa…”. Come già segnalato da molti, compreso lo stesso Presidente del Parlamento Europeo, è improprio per una Istituzione rappresentativa intestarsi fantasiose ricostruzioni storiche che non sono certamente tra le proprie competenze.

Categoria: 

Lavoro: per un partito e una sinistra di classe

  • Inviato il: 16/10/2019
  • Da: redazione

Il movimento sviluppatosi con i Fridays for future contro tutte le emissioni che alterando gravemente il clima producono effetti devastanti sugli habitat, mettendo a rischio la stessa vita sul pianeta,  suona come una critica mortale verso  l’attuale  modello di produzione, di relazioni sociali, di distribuzione e consumi che ha a suo fondamento il profitto.

Categoria: 

Ecuador: basta con il FMI e la repressione del governo Moreno!

  • Inviato il: 16/10/2019
  • Da: redazione

Il Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea denuncia lo stato d’emergenza, il coprifuoco e la brutale repressione esercitata dal governo dell’Ecuador di Lenín Moreno contro le proteste di massa della popolazione che hanno avuto luogo nel ultimi 12 giorni, dopo l’applicazione di misure economiche di aggiustamento strutturale draconiane che favoriscono solo il FMI e l’oligarchia.

Categoria: 

Sanità: avevamo ragione su regalo alle cliniche, tavolo monitoraggio costringe Regione Abruzzo a ritirata, Inquietante silenzio delle pseudo-opposizioni in Consiglio

  • Inviato il: 15/10/2019
  • Da: redazione

Lo scorso 3 agosto con una conferenza stampa come Rifondazione Comunista avevamo gridato allo scandalo per la delibera 348 approvata alla chetichella dalla giunta regionale dell’Abruzzo il 18 giugno che smantellava regole e controlli per la sanità privata.
Denunciavamo il fatto che una delibera così importante venisse approvata dalla Giunta senza darne notizia e spiegarla alla cittadinanza, senza discuterla in commissione, senza concertazione con sindacati.

Categoria: 

LA NATO DIETRO L’ATTACCO TURCO IN SIRIA

  • Inviato il: 15/10/2019
  • Da: redazione

di Manlio Dinucci
Germania, Francia, Italia e altri paesi, che in veste di membri della Ue condannano la Turchia per l’attacco in Siria, sono insieme alla Turchia membri della Nato, la quale, mentre era già in corso l’attacco,  ha ribadito il suo sostegno ad Ankara. Lo ha fatto ufficialmente il segretario generale della Nato Jean Stoltenberg, incontrando l’11 ottobre  in Turchia il presidente Erdoğan e il ministro degli esteri Çavuşoğlu.

Categoria: 

Pagine