Rifondazione Comunista Regione Lazio

Siamo le giovani e i giovani che lavorano a nero, precari, per 800 euro al mese perché ne hanno bisogno, che spesso emigrano per trovare di meglio. Siamo lavoratori e lavoratrici sottoposte ogni giorno a ricatti sempre più pesanti e offensivi per la nostra dignità. Siamo disoccupate, cassaintegrate, esodati. Siamo i pensionati che campano con poco anche se hanno faticato una vita e ora non vedono prospettive per i loro figli. Siamo le donne che lottano contro la violenza maschilie, il patriarcato, le disparità di salario a parità di lavoro. Siamo le persone LGBT discriminate sul lavoro e dalle istituzioni. Siamo pendolari, abitanti delle periferie che lottano con il trasporto pubblico inefficiente e la mancanza di servizi. I malati che aspettano mesi per una visita nella sanità pubblica, perché quella privata non possono permettersela. Gli studenti con le scuole a pezzi a cui questo paese nega un futuro. Siamo le lavoratrici e i lavoratori che producono la ricchezza del paese.

La presenza delle liste elettorali di “Potere al Popolo” si propone come espressione del processo di ricostruzione della rappresentazione degli interessi popolari in questo paese. Riannodare le fila della relazione tra i bisogni popolari e la loro rappresentazione in termini di interessi sociali e di classe è la sfida a cui sono chiamati tutti coloro interessati alla individuazione dei percorsi della trasformazione ed emancipazione sociale e politica. Ciò significa, nel concreto delle relazioni sociali affermatesi in una intera fase di offensiva neo-liberista, ricomprendere le vicende politiche nazionali alla luce del processo di costruzione della Unione Europea e del sistema di relazioni in cui si è strutturato il controllo della borghesia transnazionale europea sulle classi subalterne dei popoli europei. Sostieni la lista "Potere al Popolo" partecipando alla cena sociale del 23 febbraio!

Tra mezzi pubblici scadenti, lavoro flessibile e salari da fame, prendersi del tempo per fare un giro al centro della città con la propria famiglia e i propri amici è diventato un privilegio per pochi.
Domenica 25 Febbraio abbiamo deciso di andare tutti insieme in bicicletta per la nostra amata città per affermare la crescente necessità di riappropriazione degli spazi urbani e l'intenzione di adottare un modello di urbanistica sostenibile per tutti, con particolare attenzione alle categorie più fragili: bambini, anziani, disabili.
Crediamo che le chiavi per ottenere una città sicura stiano nella gestione collettiva degli spazi urbani e nella costruzione di una città a misura d'uomo e di ambiente con la messa in sicurezza delle strade, con l'incremento del trasporto pubblico locale, a partire da quello periferico, e con la riqualificazione degli spazi verdi. La militarizzazione crescente della società non è una soluzione.

Lettura di poesie di lotta e di amore in compagnia dell'autrice Susi Ciolella candidata al Consiglio Regionale del Lazio con Potere al Popolo, intervengono Fabio Sebastiani giornalista, Claudio Caldarelli giornalista e poeta, Alessandra Maria Buglioni attrice.
In un’epoca in cui manca profondamente il concetto di bellezza, la poesia è più che mai necessaria. Diventa uno sguardo, un modo di vivere. La poesia è una conseguenza dei giorni, delle scelte, dei sentimenti, di chi siamo. Ma soprattutto, è una parola detta, è un impegno preso verso il cambiamento.
La poesia è quindi lotta contro l’assopimento, contro il falso, contro la paura. Affonda nella carne, racconta la vita, senza pudori.
La poesia è ribellione di parole appoggiate con delicatezza su fogli bianchi.
Martedi 27 dalle ore 21.00. Casa della Pace Roma. Via di monte Testaccio 22

Calendario eventi

D L M M G V S
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28