News da rifondazione.it

Non è un Paese per ambientalisti*

  • Inviato il: 16/02/2021
  • Da: redazione

Elena Mazzoni*
Gregorio Piccin*
liberamente ispirato a Cormac McCarthy ed i fratelli Coen
 
Nonostante l’emergenza climatica sia praticamente ora e nonostante i proclami e le speranze interessate di alcun@, la scelta di Draghi, per l’uomo al comando del “nuovo” Superministero per la transizione energetica, è ricaduta su uno scienziato della Leopolda.
Un pessimo inizio che sembra una promessa, visto che Draghi ha scelto, tra i “migliori” a disposizione, uno scienziato della scuderia renziana, nota fucina degli “ambientalisti delle trivelle”.

Il Partito Comunista Iracheno chiede uno stop immediato all’aggressione turca

  • Inviato il: 16/02/2021
  • Da: redazione

Le truppe di Ankara hanno attaccato un campo del PKK nel nord dell’Iraq causando la morte, tra gli altri, di 13 prigionieri turchi. Erdogan ha attribuito alla resistenza curda la responsabilità della morte dei prigionieri turchi. La risposta curda è fondata sulla storia: “È noto all’opinione pubblica che noi fino ad oggi come movimento non abbiamo fatto del male a nessun prigioniero nelle nostre mani”.

Acerbo – Mazzoni (Prc-Se): Greenpeace la pensa come Rifondazione sul ministero della transizione ecologica

  • Inviato il: 15/02/2021
  • Da: redazione

Abbiamo immediatamente denunciato che il Ministero della Transizione Ecologica era una poco credibile trovata copiata da Macron il cui governo è stato persino condannato da un tribunale per non aver ridotto emissioni.
Poi che le posizioni del ministro nominato da Draghi erano inquietanti e contraddittorie.
Oggi leggiamo una presa di posizione di Greenpeace che conferma le nostre valutazioni:
“Sembrava una buona notizia, ma la partenza non è altrettanto buona.

Rifondazione: al fianco della manifestazione nazionale del 23 febbraio, con i lavoratori e le lavoratrici dello spettacolo e della cultura

  • Inviato il: 15/02/2021
  • Da: redazione

Rifondazione comunista è a fianco delle lavoratrici e dei lavoratori dello spettacolo e della cultura che hanno indetto la giornata di mobilitazione nazionale del 23 febbraio per la difesa dei propri diritti e del diritto alla cultura (“Professionisti Spettacolo e Cultura – Emergenza continua”).

Acerbo (Prc-Se): positivo no di SI, meno reiterazione alleanza con Pd

  • Inviato il: 14/02/2021
  • Da: redazione

Ci fa piacere che l’assemblea nazionale di Sinistra Italiana abbia deciso per il voto contrario sulla fiducia al governo Conte.
È bene che in parlamento non ci sia un monopolio dell’opposizione da parte della destra di Giorgia Meloni.
Non ci convince però la reiterazione dell’alleanza strategica col Pd e la scelta di confermarla nelle elezioni locali.
A nostro parere bisogna prendere atto che il Pd non può che dire sì a Draghi come ieri a Monti perché il suo impianto programmatico rimane neoliberista e di identificazione con la governance europea.

Venezuela: La relatrice speciale dell’ONU, Alena Douhan, sulla situazione dei diritti umani e gli effetti delle sanzioni coercitive e unilaterali sulla popolazione

  • Inviato il: 14/02/2021
  • Da: redazione

Diritti umani e misure coercitive unilaterali: La relatrice speciale delle Nazioni Unite sull’impatto negativo delle misure coercitive unilaterali sul godimento dei diritti umani, la signora Alena Douhan, conclude la sua visita nella Repubblica Bolivariana del Venezuela
Risultati preliminari della visita Repubblica Bolivariana del Venezuela Caracas (12 febbraio 2021)

STOP SFRATTI adesione di rifondazione comunista alla giornata di mobilitazione di martedì 16 febbraio

  • Inviato il: 14/02/2021
  • Da: redazione

 
La crisi economica scaturita dall’emergenza covid 19 é giunta  a un punto cruciale: la fine del blocco dei licenziamenti, previsto a marzo, e la fine del blocco dell’esecuzione degli sfratti rischia di far esplodere uno tsunami sociale: famiglie senza reddito e senza un tetto sulla testa: situazione assolutamente insostenibile e foriero di grandissime tensioni sociali se non rivolte.
Eppure poco si coglie nel recovery found e ancora meno nel nuovo governo che nasce sotto la guida di Draghi.

Pagine